Certamen Capitolinum - Istituto Nazionale di Studi Romani

Istituto Nazionale di Studi Romani
Istituto Nazionale di Studi Romani
Vai ai contenuti

NEWSLETTER

Inviando la richiesta dichiari di aver letto e accettato la nostra privacy policy
ultimo aggiornamento
Bibliografia romana
ATTIVITA' CULTURALE > Premi e Concorsi
Certamen Capitolinum                                                                                            




Esito del LXXII Certamen Capitolinum

La Commissione giudicatrice del “Certamen Capitolinum” LXXII, concorso internazionale di lingua e letteratura 2020, bandito dall’Istituto Nazionale di Studi Romani sotto gli auspici e con il sostegno del Ministero della Cultura e di Roma Capitale, composta dai proff. Antonio Marchetta, in rappresentanza dell’Istituto Nazionale di Studi Romani (presidente), Leopoldo Gamberale, in rappresentanza di Roma Capitale (segretario) e dalla dott. Simonetta Buttò, in rappresentanza del Ministero della Cultura (componente) ha deciso all’unanimità di conferire il “Praemium Urbis”, per la prima sezione, all’opera di Maria Luisa Fele Le Fonti dei Romana di Iordanes, I, Dalle origini del mondo ad Augusto (Rom. 1-257), Firenze, Sismel – Edizioni del Galluzzo, 2020. Il volume costituisce un contributo di alto valore scientifico e suggestivamente innovativo alla figura di Iordanes, un Ostrogoto che a metà del VI sec. d.C. con le sue due opere, il De origine actibusque Getarum e i Romana, segna una svolta nella storiografia latina: per la prima volta in uno stesso autore si combinano storiografia nazionalistica barbarica e storiografia nazionalistica romana. […] La Fele ben illustra l’originalità di questo impianto, di natura mista, capace di conciliare indirizzo universale e indirizzo nazionalistico a epicentro romano. Ma in modo particolare la studiosa riprende in esame la fondamentale questione dei rapporti fra Iordanes e le sue numerose fonti […] e, grazie ad un amplissimo, sistematico, capillare, acutissimo confronto, riesce a scardinare l’inveterato quanto frettoloso convincimento che fa di Iordanes solo un imitatore. Iordanes […] sa rielaborarle originalmente. […] Di questo processo di personalizzazione attuato da Iordanes la Fele con grande competenza e dottrina mette in evidenza anche le implicazioni linguistiche, sul piano lessicale, grammaticale, stilistico, fornendo così anche un cospicuo contributo alla storia della lingua latina per un’età di complessa transizione.

Sempre nell’ambito della medesima sezione, la Commissione ha giudicato degni di “onorevole menzione” i seguenti tre volumi:
1)   Massimiano – Elegie, a cura di Emanuele Riccardo D’Amanti, Fondazione Lorenzo Valla, Mondadori, 2020.
2)   Antonino Nastasi, Le oscrozioni in latino di Roma Capitale (1870-2018), Roma, Edizioni Quasar, 2019.
3)   Giorgio Caproni – Il mio Enea, a cura di Filomena Giannotti, Milano, Garzanti, 2020.
Per la seconda sezione non è stato presentato alcun lavoro
 








ISTITUTO NAZIONALE DI STUDI ROMANI
Piazza dei Cavalieri di Malta, 2 - 00153 Roma
C.F. 80045010586
P.IVA 02117071007
Codice univoco M5UXCR1
Tel. 06 5743442 - 06 5743445
Fax 06 5743447
www.studiromani.it


DOVE SIAMO
© Istituto Nazionale di Studi Romani

Torna ai contenuti