Certamen Capitolinum - Istituto Nazionale di Studi Romani

Istituto Nazionale di Studi Romani
Istituto Nazionale di Studi Romani
Vai ai contenuti
FORMAZIONE

NEWSLETTER

Inviando la richiesta dichiari di aver letto e accettato la nostra privacy policy
ultimo aggiornamento
Bibliografia romana
ATTIVITA' CULTURALE > Premi e Concorsi
Certamen Capitolinum                                                                                            




Esito del LXX Certamen Capitolinum

La Commissione giudicatrice del “Certamen Capitolinum” LXX, concorso internazionale di lingua e letteratura latina 2018, bandito dall’Istituto Nazionale di Studi Romani sotto gli auspici e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di Roma Capitale, composta dai proff. Antonio Marchetta, in rappresentanza dell’Istituto Nazionale di Studi Romani (presidente) e Piergiorgio Parroni, in rappresentanza di Roma Capitale (segretario) e dalla dott. Simonetta Buttò, in rappresentanza del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (componente) ha deciso all’unanimità di conferire, per la prima Sezione, il “Praemium Urbis” all’opera Iordanes – Getica, Edizione, traduzione e commento a cura di Antonino Grillone, Paris 2017.
 

 
Tale lavoro (accolto in una collana prestigiosa come Les Belles Lettres, Auteurs latins du moyen âge), è dedicato ad un’opera tardoantica, i Getica di Giordane (verosimilmente 551 d.C.), la quale, sulla scia di Cassiodoro, segna una svolta fondamentale nel processo di formazione culturale dell’Europa, con la nascita della storiografia ad indirizzo nazionalistico barbarico. Attraverso il suo studio Antonino Grillone riconfigura profondamente il quadro ecdotico tradizionale, fondato ancora sull’ormai lontanissima edizione di Mommsen (1882), introducendo nuovi criteri nella valutazione dei rapporti fra le diverse famiglie di manoscritti. Tale diversa impostazione viene dettagliatamente e convincentemente illustrata nell’amplissima introduzione, la quale peraltro riserva largo spazio anche ai tratti più propriamente linguistici. Il testo latino, che si avvale anche di nuove e felici congetture, sempre affidabili, è affiancato da una traduzione italiana precisa e puntuale, capace di attenersi il più possibile al registro espressivo dell’originale latino, ed è supportato da un ricco commento attento ad ogni aspetto, da quello filologico a quello linguistico a quello delle fonti a quello storico. Indubbiamente questa edizione rappresenta una pietra miliare nella storia degli studi giordaniani.
 

 
Nell’ambito della medesima Sezione la Commissione ha ritenuto degno di Onorevole Menzione il volume Giovanni Pietro Arrivabene – Gonzagide. Poema epico in quattro libri (sec. XV), edizione critica con traduzione, introduzione e note a cura di Orazio Antonio Bologna, Roma (Viella Ed.) 2017.
 

 
Tale lavoro ha il merito di proporre all’attenzione dei lettori moderni un poema latino quattrocentesco (offerto al duca di Mantova, Ludovico III Gonzaga) assai poco noto, che invece si rivela espressione della più colta e raffinata tradizione letteraria umanistica italiana. Assai pregevole il lavoro del curatore, il quale ad un’accurata trascrizione emendata del testo latino affianca una traduzione ad un tempo fedele ed elegante. Particolarmente cospicua la lunga e dotta Introduzione, la quale ricostruisce ottimamente la personalità dell’autore latino, la vita culturale della corte dei Gonzaga fra Umanesimo e Rinascimento, le ascendenze classiche del poema.
 
 








ISTITUTO NAZIONALE DI STUDI ROMANI
Piazza dei Cavalieri di Malta, 2 - 00153 Roma
C.F. 80045010586
P.IVA 02117071007
Codice univoco M5UXCR1
Tel. 06 5743442 - 06 5743445
Fax 06 5743447
www.studiromani.it


DOVE SIAMO
© Istituto Nazionale di Studi Romani

Torna ai contenuti