torna alla pagina di benvenuto
istitutoricerca scientifica e pubblicazioniattivitąsedebibliotecaarchivio storicoarchivio iconografico
home page

Il «Premio Cultori di Roma»


I "Cultori di Roma" dal 1955 ad oggi


Torna indietro

Premio "Cultori di Roma" 2016

La Commissione per il conferimento del premio Cultori di Roma 2016, composta dai Soci dell’Istituto Nazionale di Studi Romani e integrata dai rappresentanti delle Istituzioni previste dal Regolamento, riunitasi in Assemblea il giorno 31 marzo 2016 ha votato all’unanimitą per il conferimento del prestigioso riconoscimento, che quest’anno era stato deliberato per un candidato italiano, alla professoressa Letizia Ermini Pani.

    Ordinario di Archeologia Medievale e docente nelle Universitą di Viterbo, di Pisa, di Cagliari e di Roma Sapienza dove č stata anche Direttore del Dipartimento di Scienze storiche archeologiche e antropologiche dell’Antichitą, Direttore della I Scuola di Specializzazione in Archeologia e Coordinatore dei corsi del Dottorato di ricerca in “Archeologia e antichitą post-classiche (secc. III-XI)”.

Responsabile nazionale di molti progetti di ricerca. Ha diretto e dirige scavi archeologici in Italia e all’estero. Autrice di circa 350 pubblicazioni che coprono un arco cronologico dall’antichitą al medioevo, tra le quali si distinguono i contributi sulla forma delle cittą italiane nell’altomedioevo, di cui numerosi rivolti a Roma (dall’origine delle catacombe romane, all’organizzazione ecclesiastica nella tarda antichitą, ai santuari martiriali, alla topografia e urbanistica nell’altomedioevo, alla urbanizzazione del suburbio, al riuso delle strutture e degli spazi urbani classici, alla trasformazione ad uso agricolo di alcuni settori della cittą) raccolti in massima parte nel volume Forma e cultura delle cittą italiane nell’altomedioevo, edito dalla Fondazione CISAM. Un secondo indirizzo di ricerca riguarda i manufatti tardoantichi e altomedievali in Italia, con particolare riferimento a Roma cui sono dedicati due volumi del Corpus della scultura altomedievale editi dalla Fondazione CISAM e alla Sardegna con il Catalogo dei materiali paleocristiani e altomedievali del Museo Archeologico di Cagliari.

Č stata Presidente della Pontificia Accademia Romana di Archeologia (aa.2003-2012) e Presidente, nel biennio, 2005-2006 dell'Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia e Storia dell’Arte. Attualmente Presidente della Societą Romana di Storia Patria e Vice Presidente della Fondazione Centro Italiano di Studi sull'Alto Medioevo, membro di altre istituzioni italiane e straniere. Direttore delle seguenti riviste: Archivio della Societą Romana di Storia Patria; Temporis signa. Archeologia della tarda antichitą e del medioevo; Spoletium.